Amore e Psiche: video-riassunto del mito di Apuleio

Amore e psiche. Una delle favole d’amore più suggestive della letteratura latina riassunta in 5 minuti: pronti, partenza, via!

Andiamo per ordine. Il mito di Amore e psiche portato alla ribalta da Apuleio (II sec. d.C) nelle sue Metamorfosi (romanzo di ben 11 libri conservati tutti integri!) deve molto alla fabula Milesia, novelle greche di argomento erotico, ma ha anche degli influssi nordafricani. E non è un caso visto che lo stesso autore aveva origini numidi-getule.

Amore e Psiche secondo Canova (ma non solo)

Il caso di Amore e Psiche è forse uno dei più “mainstream”, passatemi il termine. Forse il mito è noto ai più per la statua realizzata da Canova tra il 1787 e il 1793 e oggi conservata presso il museo del Louvre, a Parigi. Non tutti sanno che fu realizzata anche una seconda copia, ora esposta al Museo statale Ermitage di San Pietroburgo in Russia.

Naturalmente Canova non è l’unico ad aver raccontato questo mito. Ne abbiamo parlato anche negli Infusi D’Arte raccontandovi come l’ha pensato Raffaello. E in un altro articolo abbiamo raccontato le allusioni falliche nella Loggia di Amore e Psiche.

Amore e Psiche, la trama

Amore si infila tutte le notti nel letto di Psiche vivendo dei momenti di intensa passione. Unico dettaglio: l’amore è consumato al buio, quindi Psiche non sa che si sta unendo con un Dio. Saranno le sue sorelle a farle venire il dubbio di andare a letto con un mostro e a spingere Psiche a guardare di nascosto il suo amante…

Il significato psicologico

Nel video ho riassunto la storia di Amore e Psiche in cinque minuti. La fiaba raccontata da Apuleio è davvero particolare nel suo genere, oltre a mandare moltissimi messaggi. Primo su tutti? Il pensiero è il primo nemico dell’amore. Questo concetto viene spesso suggerito anche nei video del celebre psicoterapeuta Raffaele Morelli, che usa spesso il mito di Amore e Psiche per sottolineare quanto l’amore e l’eros non debbano mai essere spiegati. Quindi il significato psicologico di questo mito risiede nella consapevolezza di non poter controllare tutto. Se un partner ci dà piacere dobbiamo a tutti costi sapere di chi si tratta? Il piacere non è legato alla progettazione, alla coppia, alla storia.

Una frase estratta dal testo (la lettura prosegue nel video)

“Oh audace e temeraria lucerna, vile strumento d’amore, tu hai osato bruciare il dio di ogni fuoco, tu che sei stata certamente inventata da un innamorato che voleva godere più a lungo, anche di notte, le dolcezze tanto desiderate!”

Amore e Psiche – Apuleio
Riassunto nel video

Se siete appassionati di Metamorfosi non dovete assolutamente perdervi quelle di Ovidio. Trovate i vari miti spiegati nella playlist dedicata alla Letteratura Classica (greca e latina) su Youtube.

Alessia Pizzi

Se ti piacciono le favole per non perderti il nostro speciale su Fedro:

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui