Real Bodies Milano: la nuova mostra apre i battenti

real bodies milano 2018

Torna a Milano “Real Bodies, oltre il corpo umano”, dal 6 ottobre 2018. Si tratta dell’Expo di anatomia più completa mai realizzata con oltre 50 corpi interi e 450 organi umani conservati con la tecnica della plastinazione.

Code lunghissime all’ingresso, tutti i giorni della settimana e a tutte le ore, per ammirare le meraviglie del corpo umano. Anche i più impressionabili – come la sottoscritta – si fanno coraggio e decidono di visitare la mostra Real Bodies, che in realtà è una vera e propria opera d’arte.

Per tutti coloro che si sono persi la prima edizione di due anni fa, ecco che arriva la nuova mostra ampliata, per l’ultima tappa in Italia. Con questa edizione, che apre i battenti sabato 6 ottobre nello Spazio Ventura XV a Milano (via Giovanni Ventura 15), la mostra internazionale di anatomia chiude il suo tour mondiale. In seguito, diventerà una mostra permanente in una grande città europea.

real bodies milano 2018

Un lungo percorso nel corpo umano

L’esposizione che spazia dal più antico metodo di imbalsamazione dei sacerdoti egizi ai più moderni sistemi di conservazione del corpo come la plastinazione, che consiste nel sostituire tutti i liquidi della salma con polimeri, e la crioconservazione che blocca la decomposizione congelando il corpo con l’azoto. E chissà se potremo risvegliarci in piena forma in un prossimo futuro, dopo essere stati “scongelati”!

Dopo il record di 280.000 visitatori registrato due anni fa a Milano, gli organizzatori della mostra hanno deciso di inaugurare un’edizione speciale completamente rinnovata. Il percorso espositivo si snoda come un atlante tridimensionale suddiviso in 12 sezioni, ognuna dedicata ad un particolare apparato corporeo. Si parte dalla nuova sezione dedicata ai disegni di Leonardo Da Vinci, di cui sono stati realizzati dei modelli reali, compreso il famosissimo “Uomo Vitruviano”.

Le novità di questa edizione

L’edizione di quest’anno, oltre a 450 elementi tra corpi e organi plastinati, propone infatti cinque nuove sezioni. Si va da Biomeccanica e Biomedicina, sulle tecnologie più innovative applicate al corpo umano, ad Anatomia comparata, con organi umani e animali messi a confronto. Poi ci sono la sezione Da Vinci, e quella sull’Immortalità, sulle tecniche di conservazione dopo la morte. E infine Alcool, fumo e droga, sugli effetti delle dipendenze sul corpo umano.

Nella sezione di anatomia comparata sono presenti cervelli, cuori e organi di 30 specie animali a confronto con quelli umani. Anche se, va detto, la scelta di inserire solo il nome scientifico in latino disorienta lo spettatore che non ha l’audioguida. Le spiegazioni per ogni teca sono infatti ridotte al minimo, ed è quindi difficile seguire senza una audioguida.

real bodies milano 2018

Molto interessante la sezione dedicata alla biomeccanica, la cui madrina è Chiara Bordi, ribattezzata “Miss Bionica”, arrivata terza al concorso di Miss Italia e prima concorrente della storia ad essere ammessa con una protesi. Fra le novità presentate in anteprima mondiale c’è il prototipo della hypercar elettrica guidata con sistemi neuronali Prometheus realizzata da Zava Hypercars.

Real Bodies promuove anche la solidarietà civile e medica attraverso le campagne informative orientate al dono di sangue, di organi e di midollo. Ma anche il valore di destinare fondi alla ricerca scientifica per sconfiggere le malattie rare supportando la campagna promossa da Telethon.

Ma arriviamo alla domanda più importante: se sono particolarmente impressionabile, posso visitare Real Bodies? La risposta è sì, a patto di evitare la sezione dedicata ai feti e quella sulla decomposizione. Per il resto, basta non avvicinarsi troppo alle teche e lasciarsi trasportare da questo, fantastico, viaggio nel corpo umano.

Valeria Martalò

 

Real Bodies: la caleidoscopica mostra sul corpo umano

1 Commento

  1. […] Buone notizie per chi non è ancora riuscito a visitare, a Milano, la mostra Real Bodies. L’esposizione, aperta il 6 ottobre 2018, avrebbe dovuto chiudere al pubblico lo scorso 27 gennaio, ma le cifre record di visitatori ha convinto gli organizzatori ad una proroga che sarà valida fino alla prossima domenica 5 maggio 2019. Mauro Rigoni, amministratore di Venice Exhibition, ha spiegato che, trattandosi dell’ultima tappa italiana di Real Bodies, si è voluto dare la possibilità di visitare la mostra a chi non ha ancora avuto modo di farlo. Il percorso espositivo propone corpi umani e animali e ne mostra l’anatomia, ma non solo. Gli esseri umani sono veri, sono persone che hanno deciso di donare alla scienza i propri corpi, che sono stati sezionati per mostrare gli organi interni, la muscolatura e i vari apparati. Si tratta di un’esposizione molto cruda, per stomaci forti, ma essendo una mostra aperta a tutti, è stata studiata per essere anche didattica. Infatti, sono state realizzate delle audioguide adatte alle diverse fasce d’età, in modo tale che la mostra sia comprensibile per tutti. Rispetto alla passata edizione allestita due anni fa, sono diminuiti di circa un terzo i casi di svenimento: si sono registrati solo 37 mancamenti. La mostra è sempre ospitata nello Spazio Ventura XV ed è possibile visitarla dal mercoledì alla domenica dalle ore 10:00 alle 20:00, con ultimo ingresso alle 19:00, mentre i giorni di chiusura al pubblico sono il lunedì e il martedì. Insomma, si tratta dell’ultima occasione per visitare la mostra più attesa del 2018 che, dal giorno della sua apertura sino ad oggi, ha registrato 128mila ingressi e 1.220 scolaresche in visita. Il costo del biglietto intero è di 18 euro, mentre il prezzo del biglietto ridotto è di 15 euro ed è riservato agli Over 65, ai bambini dai 6 ai 14 anni, agli studenti, agli insegnanti, alle persone diversamente abili o con invalidità. L’ingresso è gratuito per i bambini fino ai 5 anni e per gli accompagnatori di disabili non autosufficienti. Per i gruppi da un minimo di 15 a un massimo di 25 persone, esclusivamente su prenotazione, il biglietto costa 13 euro. E’ possibile acquistare i biglietti sul sito TicketOne. Per maggiori informazioni consultare il sito www.realbodies.it. (Foto tratta da Culturamente) […]

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui