The Walking Dead 11: recensione del sesto episodio

the walking dead 11 recensione del sesto episodio

S’intitola On the inside il sesto episodio dell’undicesima stagione di The Walking Dead, e già il titolo può avere varie interpretazioni. Molte sono le prospettive dall’interno, prima su tutte quella di Connie, il nostro personaggio sordo che torna accompagnato da Virgil.

Il ritorno di Connie e la prospettiva del silenzio

Connie torna, e io già inizio a sperare che finalmente Daryl chiuda questa serie con una love story. Ma non ci impantaniamo nei miei sogni romantici, perché la nostra ragazza è in pericolo. Si rifugia in una casa col suo compagno d’avventure: fuori ci sono moltissimi zombi e dentro si nascondono delle creature tremende, umani abbrutiti dall’apocalisse e decisamente pericolosi. Connie è palesemente provata, ma non perde un colpo. Continua a essere la ragazza che abbiamo imparato ad amare nel corso delle puntate precedenti: leale, sveglia e sempre con un asso nella manica quando si tratta di sopravvivere.

Il bello di questo episodio è il silenzio: la regia, per condurre correttamente lo spettatore nel punto di vista reale di Connie, offre scene totalmente mute in cui regna solo la musica di sottofondo, come nei vecchi film horror. In questo modo sale la suspense: non sentire rumori quando si è perseguitati aumenta la tensione e la paura nelle scene labirintiche della casa infestata.

Mentre Connie e Virgil lottano per la sopravvivenza, Kelly cerca la sorella accompagnata da Magna, Rosita e Carol. Alla fine dell’episodio le due riusciranno a riabbracciarsi, ma non sappiamo bene che fine farà Virgil, che è stato gravemente ferito da uno degli homo sapiens.

La prova di Daryl

L’altra metà dell’episodio vede protagonista proprio il nostro Daryl, che si trova costretto a fingersi dalla parte dei mietitori per guadagnare credibilità: pur di convincere Pope a fidarsi di lui, conduce gli assassini ad un passo dalla squadra di Maggie. E anche qui la prospettiva è dall’interno: possiamo osservare Maggie nascosta in una specie di sgabuzzino mentre teme l’arrivo dei mietitori.

Promo Trailer del settimo episodio

Nel settimo episodio i riflettori si riaccenderanno proprio su Maggie e Negan: devo ammettere che tutta questa retorica tra loro ha un po’ stancato. La trama torna ad abbracciare anche il team di Humiko presso il CommonWealth, ma dalle immagini non ricaviamo ancora nessuna traccia di Michonne. L’unica scena davvero preoccupante è quella che riguarda Hezekiel, le cui condizioni fisiche sembrano peggiorare giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui