“Only Murders in the Building”: recensione del sesto episodio

Only Murders in the Building 1x06

Puntata dopo puntata, conosciamo sempre meglio i personaggi, uno più sfaccettato e profondo dell’altro.

Il quinto episodio ci ha lasciato vari puntini da unire: in primis, cosa ci faceva Tim Kono nel negozio di tatuaggi? E perché sembra essere al centro di un giro di gioielli rubati? Lo scopriamo grazie all’ultima foto degli Hardy Boys, durante il capodanno in cui morì Zoe: l’anello che lei indossa nella foto, non l’aveva più al dito quando è morta. Tim lo cercava tra i ricettatori. Ma non sappiamo perché.

Una puntata per conoscere meglio tutti i protagonisti

Nel sesto episodio, gli sceneggiatori si prendono una piccola pausa da indizi e investigazioni per svelarci qualche dettaglio in più della vita dei personaggi. Iniziamo dalla Detective Williams (Da’Vine Joy Randolph), che vediamo solo nel primo episodio, impegnata a chiudere il caso di Tim Kono come suicidio. Burbera e scostante, scopriamo che ha una compagna incinta, molto appassionata al podcast di Charlie, Oliver e Mabel “Only murders in the building”, che nel frattempo ha raggiunto la bellezza di 17 follower! Grazie alle nuove puntate caricate, la detective si rende conto di aver trascurato alcuni aspetti dell’indagine e, non potendo riaprire il caso, invia a Mabel il telefono di Tim.

All’inizio dell’episodio entra in scena la madre di Mabel, con cui lei ha un rapporto burrascoso ma affettuoso. La mamma di Mabel la prega di lasciarsi alle spalle le indagini, la morte di Zoe, la galera di Oscar. Inoltre, fa un cazziatone a Charlie e Oliver, indicandoli come due vecchi tristi che tormentano una povera ragazza già provata dalla vita.

Anche Oscar sembra stanco di morti e complotti, ma non riesce a non stare vicino a Mabel, e iniziamo a intuire che c’è del tenero tra i due.

Teddy Dimas, mecenate del podcast e sospettato

Il colpo di scena arriva in coda di puntata. Jimmy Fellon, in una puntata del suo celebre show, ironizza sul podcast e i conduttori, ma dichiara di amare Dimas Chicken Wraps, lo sponsor del podcast. Theddy Dimas è contentissimo, perché in Grecia Jimmy Fellon è seguitissimo, e i suoi parenti schiatteranno d’invidia. Racconta così a Charlie e a Oliver la storia della sua famiglia: dopo l’eccidio greco e armeno la nonna di Theddy viene in America con 2 monete, una per investire nel futuro e una come portafortuna, che ancora campeggia in bella mostra sulla scrivania di Theo.

Stacca così un assegno da 50.000 dollari da investire in altri podcast. L’assegno è a nome della seconda società di Teddy Dimas, la Angel Inc., la società di gioielli e pietre preziose che Tim Kono voleva smascherare. Lo strampalato trio di investigatori si riunisce per fare il punto della situazione e per portare a termine questa indagine. Insieme.

Divorati dalla suspense? Riguardate i primi tre episodi per vedere se vi è sfuggito qualche indizio!

Micaela Paciotti

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui