Maleficent – Signora del Male, un sequel non necessario ma piacevole

Torna Maleficent nel sequel Disney diretto stavolta da Joachim Rønning, con il ritorno di Angelina Jolie e Elle Fanning.

Dopo cinque anni dal primo film, arriva Maleficent – Signora del male, nuovo film di Walt Disney Pictures, che vede il ritorno di Angelina Jolie nei panni di Malefica, la fata cattiva nemica di Aurora ne La Bella Addormentata nel Bosco.

Già nel 2014 la storia originale del film d’animazione Disney si era ribaltata, evidenziando la bontà insita nell’animo di Malefica, che prende sotto la sua ala protettiva la dolce Aurora (Elle Fanning), che chiamerà la sua “bestiolina”. Questo aspetto aveva diviso molto il pubblico: da un lato si schierarono i fan sfegatati dei classici Disney, che non accettavano in nessun modo la nuova trasposizione della favola; dall’altro, il pubblico che ha amato questo lato nascosto della fata maligna, la quale cattiveria in realtà veniva fuori proprio per il troppo amore.

In questo nuovo capitolo, viene annullato ogni riferimento alla favola originaria, a parte il fidanzamento di Aurora con il Principe Filippo, aprendo le porte così a una storia tutta nuova con il potere delle donne al centro della narrazione.

Finalmente, Aurora viene eletta Regina della Brughiera, il mondo delle creature magiche e fatate. Nonostante l’importante ruolo, la ragazza resta una giovane dolce, garbata, amante della natura e di tutti i suoi sudditi, tutti pregi che le hanno permesso di instaurare con la sua madrina Malefica un rapporto stupendo. Il loro legame è diventato sempre più forte, ma ben presto arriverà una nuova sfida a metterle alla prova.

Infatti, la giovane sovrana è anche perdutamente innamorata del Principe Filippo, che un giorno le chiede a sorpresa di sposarlo unendo così i due regni, la Brughiera e l’Ulstead. Malefica non reagisce molto bene alla notizia, ma decide di accettare le scelte di Aurora accompagnandola nel reame del principe per conoscere il Re e la Regina Ingrith (Michelle Pfeiffer), apparentemente innocua ma che nasconde un grande segreto.

Sarà proprio lei, durante la cena organizzata in onore del fidanzamento, a istigare la rabbia di Malefica che esplode improvvisamente contro la Regina. Da questo momento, nascerà una nuova guerra tra i due regni, durante la quale Aurora non potrà fare a meno di schierarsi dalla parte del futuro marito.

Angelina Jolie e il suo personaggio Maleficent sono ormai fatti l’una per l’altra, anche in questo secondo film la sua interpretazione è impeccabile e su misura per la protagonista.

Michelle Pfeiffer interpreta un’eccellente regina malvagia e crea finalmente un grande avversario per Maleficent, implacabile che non è disposta a fermarsi davanti a nulla per placare la sua fame di potere. Due figure femminili che, unite a quella di Aurora, prevalgono grazie alle loro personalità forti e risolute.

Anche se la narrazione risulta un po’ debole e l’approccio del regista Joachim Ronning non sia così abile, Maleficent – Signora Del Male ha comunque un forte richiamo visivo, che incanta grazie alla costruzione del mondo incantato in cui è ambientata la nuova vicenda. Il film offre una sequenza davvero notevole verso l’inizio quando la telecamera ruota di 360 gradi e vola, una prospettiva che rende davvero bene la sensazione di librare in aria.

Maleficent – Signora del male non stupisce né delude, è un film forse non necessario ma buono per passare una serata piacevole al cinema, grazie al suo mix di azione, magia, dramma e discorsi sentiti.

Ilaria Scognamiglio

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui