Assemblea Nazionale SIEDAS: un inno al nostro patrimonio culturale

siedas - diritto d'autore

L’Assemblea SIEDAS è stato un vero successo per tutti i soci e gli esponenti del Diritto delle Arti e dello Spettacolo.

Si è appena conclusa la tre giornate dell’Assemblea Nazionale SIEDAS, che si è svolta in varie location di Roma. Quest anno per il terzo anno consecutivo sono intervenute diverse personalità del mondo delle Arti e dello Spettacolo.

La giornata di apertura dell’evento si è svolta il 12 ottobre all’interno di una location molto suggestiva, i Musei Capitolini. In occasione dell’Anno Europeo della Cultura 2018, l’Assemblea Nazionale della SIEDAS (Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo) ha lo scopo di tutelare e valorizzare i beni e le attività culturali in tema di spettacolo e cinema.

Nella sala “Pietro da Cortona”, sede del primo museo al mondo, fondato da Paolo Sisto IV nel 1471 si è tenuta la premiazione alla Carriera dei 3 settori: diritto, arte e spettacolo.

Da sempre arti e spettacolo hanno una valenza giuridica.

Non esiste altro paese che possa segnalare un patrimonio artistico culturale equivalente a quello italiano. La Cultura serve per combattere la criminalità e per evitare che quest’ultima si espanda.

“Se si insegnasse la bellezza alla gente, forniremo un’arma contro la rassegnazione”.  Peppino Impastato

Apre la conferenza stampa Vittorio Ferraresi. Il mondo del diritto, ci dice, è molto legato a quello dell’arte. Cultura, Arte e Creatività sono i punti fondamentali della nostra società. Lo spazio in cui ci si incontra, condiziona il confronto: arte e diritto. Gli avvocati hanno lo scopo di valorizzare e difendere i diritti degli artisti.

Il primo spazio è stato dedicato alle relazioni. Ad intervenire per primo, direttamente d Dubai, Saquer Alraisi, ambasciatore relazioni con gli EmiratiArabi. Ci fa notare che, quando l’arte assumerà la stessa importanza della fisica e della matematica, allora potremmo dire di essere giunti al successo.

Il secondo intervento riguarda il settore canto e danza e lo smantellamento del corpo di ballo all’ interno dell’Arena di Verona, per cause economiche. Rischio di innovazione.

Il terzo intervento è del presidente dell’ AGCOM, che ci parla del Diritto d’Autore.

Il secondo spazio è dedicato al CINEMA. Il primo ad intervenire è l’ex sindaco di Roma, Francesco Rutelli, presidente dell’ANCA, che fa un intervento su Netflix e i dipendenti pari a zero che ha in Italia, una fabbrica di successo come quella. Aggiunge che le regole devono essere rispettate da tutti.

Interviene poi il vicedirettore di “Rai Cultura” e ci fa subito presente che il 28% degli italiani è analfabeta di ritorno, cioè non capisce i contenuti che legge. L’economia statunitense si basa per il 40% sulla cultura: videogiochi,film, musica. L’Italia non è nemmeno tra gli altri paesi, non è in percentuale.

Moltissime persone che si occupano di cultura fanno volontariato, circa 850.000 persone che lavorano nell’ambito della cultura.

Ad intervenire per ultimo è stato Vincenzo De GregorioPreside dell’Istituto Pontificio di Musica Sonora, che ci fa notare come mettere insieme arte e spettacolo significa mettere insieme arti stabili, come il cinema, con arti instabili, in continuo mutamento, come il teatro, o la musica, che nel momento in cui c’è, cessa di essere.

Si giunge alla fine dell’incontro con la consegna dei premi carriera. A concludere l’evento uno straordinario Gigi Proietti, che rappresenta la categoria Spettacolo. Nei giorni successivi, 13 e 14 ottobre si sono susseguiti altri eventi con la cena conclusiva di gala presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate di Roma.

Appuntamento al prossimo anno, con un grande successo per il presidente dell’associazione Prof. Avv. Fabio Dell’Aversana e tutto il suo preziosissimo staff, tra cui la nostra “culturina” Angela Patalano, responsabile della segreteria organizzativa dell’evento. Per maggiori info consultare il sito: www.siedas.it.

 

Alessandra Santini

Classe 1988. Prima laurea in Comunicazione, seconda laurea in Editoria e Giornalismo. La sua passione più grande è la MUSICA. Suona la diamonica, la chitarra e canta. Ama l'ARTE, la FOTOGRAFIA, il CINEMA e la MODA. Adora viaggiare in tutto il mondo. Parla inglese, francese e spagnolo. Esperta in comunicazione digitale e social media.

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui