#CoronaChallenge: Appassionati di cultura venite a noi!

news-coronavirus-challenge

Sei un appassionato di cultura? Inviaci la tua video dose culturale per generare un’overdose di cultura con i tuoi spacciatori di fiducia (ovvero noi!)

Il Covid-19, comunemente noto come Coronavirus, ha un grandissimo primato. Non è quello di essere un’epidemia nuova di cui ancora non abbiamo a disposizione una cura. Di quelle ce ne sono state tante e anche di più letali. Il Coronavirus è originale perché è la prima grande infezione che coinvolge tutto il mondo ai tempi dei social network.

Le conseguenze sono diverse e, come possiamo immaginare, hanno sia carattere positivo che negativo.

Già normalmente i social possono essere fonte di ansia per alcuni perché tendono a propagandare uno stile di vita leggero, disimpegnato e felice filtrando (sia in senso letterale che metaforico) a proprio piacere la realtà. Senza contare le tante notizie false che girano o i commenti poco accurati che si scrivono senza tener conto della netiquette. In tempi di epidemie tutto questo si amplifica.

Nella pagina Facebook Le più belle frasi di Osho c’è un post che dice:

Sti giorni se parli del tempo finisci pe esse originale.

Rende bene l’idea del bombardamento di notizie e commenti sul Coronavirus a cui ognuno di noi è sottoposto a ogni ora, anzi, ogni minuto del giorno. Non è una critica. È naturale che sia così. È un evento spiazzante e preoccupante che ognuno di noi ha bisogno di “buttare fuori”. Ma questo significa anche continuare ad alimentare un clima teso e di generale preoccupazione.

Essere continuamente aggiornati sul numero dei contagi o delle vittime e sulle disposizioni del governo è utile, ma allo stesso tempo è uno stress. Senza contare che nel viavai di informazioni, può sfuggire il dettaglio falso o la decisione non ancora confermata (come è stato per l’annuncio delle scuole di tutt’Italia).

Ma c’è una possibilità data dai social che è veramente preziosa in questo momento di crisi. Ed è proprio il loro carattere sociale.

In un momento come questo in cui, per precauzione, è meglio evitare di uscire e molti luoghi di incontro e di cultura sono chiusi e deserti, è bello avere uno spazio virtuale in cui riconoscersi come parte di una comunità e stare insieme ad altre persone.

Il Coronavirus potrebbe arrivare a contagiare anche chi non lo contrae, non con i sintomi che ormai tutti conosciamo (tosse e febbre), ma alimentando in noi un senso di paura, frustrazione e soprattutto di isolamento. Il Coronavirus può colpire la nostra emotività e creare danni altrettanto gravi anche a chi non risulta positivo ad esso.

È per prevenire questo senso di solitudine che abbiamo deciso di lanciare il #CoronaChallenge.

Visti i molti luoghi di cultura che ci scrivono informandoci della temporanea sospensione delle loro attività e ritenendo che la cultura sia da sempre un balsamo in grado di lenire qualsiasi tipo di malessere, abbiamo deciso di provare a spacciare cultura sui nostri canali social con ancora più entusiasmo ed energia di sempre.

Per farlo chiediamo la collaborazione di chi ci legge, di artisti, professionisti e appassionati di cultura.

Che cosa fare per partecipare al #CoronaChallenge?

È molto semplice partecipare alla nostra #CoronaChallenge.

  1. Realizzate un video con la vostra dose di cultura.
    Può essere la lettura di una poesia, un piccolo aneddoto culturale, un pezzo di una canzone suonata o cantata da voi… Noi spacciamo cultura a 360°. Sentitevi liberi di fare lo stesso.
  2. Inviateci il video da voi realizzato tramite le chat dei nostri canali social.
    Potete mandarceli, tramite messaggio privato, su Facebook, Instagram o Twitter.
  3. Noi condivideremo la vostra video-dose di cultura su tutti i nostri canali con i nostri hashtag ufficiali più quello della campagna.

Semplice, vero?

E allora preparatevi a spacciare cultura insieme a noi e vediamo di sconfiggere il Coronavirus con una grande overdose di cultura!

Sulla nostra IG TV di Instagram, sulla pagina Facebook e su Youtube trovate le playlist con alcuni degli artisti che hanno partecipato fino ad ora:

P.S. Abbiamo creato una playlist collaborativa per mettere in quarantena la solitudine: ascolta e aggiungi!

Ci trovi su Spotify come “La Tua Dose di Musica”

#SpacciamoCultura

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui