Once Upon a Time 7×01: un nuovo inizio per i nostri eroi

Once upon a time 7

Once upon a time riparte con la settima stagione. Tantissime novità nel cast e nelle storie (forse!). Ve lo raccontiamo con qualche commento… personale!

Venerdì 6 ottobre è andata in onda sull’Abc la prima puntata della nuova stagione di Once upon a time. Ed è una prima puntata che sa tanto di nuovo pilot. Mancano, infatti, i volti che siamo ormai abituati ad associare alla serie. Jennifer Morrison, Josh Dallas e Ginnifer Goodwin hanno annunciato la loro intenzione di abbandonare la serie mentre erano ancora in onda le ultime puntate della sesta stagione. Una scelta che, sebbene abbia rattristato i fan veterani della serie, ha anche risollevato le speranze di chi non la riteneva più all’altezza delle aspettative. Non si può negare che lo show creato da Edward Kitsis e Adam Horowitz abbia regalato degli episodi memorabili ed entusiasmanti così come altri poco originali, con una trama molto debole e ripetitiva.

Eccoci dunque davanti a un nuovo inizio.

Nuovi attori, alcuni nuovi personaggi e… un’altra maledizione, un’altra amnesia, un altro happy ending andato in fumo. D’altra parte, si sa che le fiabe ripetono (molto). E bisogna dire che, in questo caso, i numerosi rimandi non disturbano affatto.

Ma andiamo con ordine.

“Voglio cercare la mia storia”

Passano le stagioni, ma Henry rimane sempre un adolescente irrequieto, mai contento di quello che ha o che è. Non gli basta essere l’Autore, vuole anche più versioni di se stesso, vivere le sue avventure (in effetti, lo hanno spesso e volentieri lasciato a casa… chissà perché!), trovare il suo cerv… ehm… eroismo. E così, il giovane sceglie di abbandonare gli studi e trascorrere del tempo nella Foresta Incantata, facendo così perdere a Regina ogni speranza di avere un figlio laureato.

7x01 once upon a time

Un nuovo amore… iniziato male.

Qualche anno dopo, ritroviamo il nostro Henry nella Foresta Incantata un bel po’ cresciuto (il che gli ha fatto bene) e con ancora benzina nella moto.

7x01 once upon a time

Mentre corre verso la sua meta, si scontra con quella che sarà il suo vero amore: Cenerentola in un’altra versione della fiaba. Ma l’inizio della storia è molto poco romantico: nonostante Henry cerchi di fare colpo, di essere gentile e pure di provare a flirtare, riceve un pugno e gli viene sottratta la moto. D’altra parte, l’incontro dei suoi nonni non fu poi più fortunato all’inizio.

Seattle, tempo presente.

Nel presente Henry è un uomo disilluso. Tassista per arrotondare, scrittore in crisi con un unico libro alle spalle. Un libro che racconta una storia che non ricorda più di aver vissuto. È strano ma incredibilmente reale vedere Henry, il “vero credente” per eccellenza, non avere più fede nella magia. E così, con un richiamo fin troppo evidente al pilot della serie, rifiuta di credere di essere il padre di Lucy.

Once upon a time 7x01La bambina è decisamente una versione molto più sveglia e intraprendente del piccolo Henry che abbiamo conosciuto sette anni fa. Come lui, però, fa di tutto affinché il genitore creda alla sua storia e alla necessità del suo intervento per salvare la famiglia. Pare proprio che Henry sia destinato a essere il nuovo “salvatore”, l’unico in grado di rompere la maledizione. Ma cos’è questa nuova maledizione? Chi è stato a scagliarla? E soprattutto, chi sarà questa volta il cattivo?

La nuova Stoorybrooke

Inevitabilmente, Henry finisce a Hyperion Heighs, dove sono state relegate le vittime della maledizione. Il quartiere è sicuramente più moderno e realistico della nostra cara vecchia Storybrooke. Niente tavole calde a conduzione familiare o improbabili negozi di pegni, ma bar, grattacieli e fast food (i fan di Lost avranno riconosciuto il Mr Cluck’s!).

Ed è qui che incontriamo alcuni dei volti che ci sono familiari e che ci hanno fatto innamorare della serie. La sindaca Regina è diventata la barista Roni, una donna forte, sorridente, in crisi economica. Ritroviamo Rumple, sempre più violento nei confronti del prossimo, con al suo seguito un’Alice inquietante e molto misteriosa. E poi c’è lui: l’agente Rogers (come la sua nave) alias Hook. Il pirata è rimasto l’uomo buono e gentile che si è riscattato dai suoi errori del passato. Come agente cerca di dare una mano (ma l’altra sarà davvero mancante?) a Henry a ritrovare la sua auto rubata (eh… il karma!). Hook è l’unico che nel corso della puntata sembra reagire nel momento in cui vede un’immagine di Emma nel libro di Henry Once upon a time. Proprio come Snow/Mary Margaret guardava Charming/David in coma sentendosi misteriosamente legata a lui, così anche Hook rimane incantato da quel disegno. La forza del vero amore che va oltre qualsiasi maledizione è un tema caro alla serie che ritorna ancora, inevitabilmente, con grande gioia dei cuori più romantici.

7x01 once upon a time

La nuova cattiva

Victoria Belfrey, matrigna di Cenerentola, è la nuova nemica da sconfiggere. Donna elegante e assetata di potere, Victoria ha in pugno il quartiere e, esattamente come la Regina della prima stagione, vuole ottenere la custodia permanente di Lucy. La paura è ciò che costringe tutti al silenzio e che impedisce alla comunità, un tempo molto unita, di contrastare Victoria.

Fin quando Roni non dà ascolto alla Regina che è in lei. Ispirata dalla speranza incarnata da Lucy, decide di non cedere alle pretese di Victoria e di tenersi il proprio bar. Un piccolo gesto di sfida da parte di chi non vuole cedere alle angherie più crudeli e che crede nella bontà, nel coraggio… nella possibilità di cambiare le cose.

“Perchè il primo passo per un nuovo inizio è immaginare che si possa realizzare”

Le lancette dell’orologio hanno ricominciato a muoversi anche in questa nuova stagione. Ricomincia la lotta del bene contro il male e ricomincia la dose di magia che la serie ha sempre voluto diffondere. Nonostante tutte le imperfezioni e le difficoltà, Once è uno show fatto di buoni sentimenti, di emozioni forti, di sorrisi, di lacrime… ma è soprattutto un invito a non arrendersi e a non perdere mai la speranza.

Once upon a time 7x01

“Once upon a time” sono le parole che scriverà Henry alla fine dell’episodio, le prime dopo tanto tempo. Un nuovo “c’era una volta”, un nuovo libro, un nuovo inizio. E questa è la cosa che ci emoziona di più nella serie e nella vita. Perché come rivela la piccola ma incredibilmente saggia Lucy “nessuna storia è perfetta, ha solo bisogno di iniziare”.

E allora… shall we begin?

 

Federica Crisci

Francesca Papa

 

 

Francesca Papa
Sono laureata in Italianistica e insegno lettere. Amo la letteratura e tutto quello che riguarda la lingua italiana, ma sono anche una grande appassionata di serie tv e di musica.

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui