I Ferraniacolor presentano l’ A-B-C musicale del loro Alfabeto Illustrato

È uscito il 19 marzo l’ep degli ex componenti dei Panoramics.

Il disco dei Ferraniacolor (Marco Alfano -tastiere – e Luca Zarrilli-sassofono) è stato anticipato dal singolo che porta il nome del disco e vede la collaborazione di Cristiano Lo Mele (Perturbazione) come produttore.

Un disco eccellente che restituisce alla musica nostrana un prodotto elegante e di spessore.

Quattro brani cantanti da altrettanti artisti che hanno prestato le loro voci alla causa. Tra loro Tommaso Cerasuolo (voce dei Perturbazione), impeccabile narratore nella title track dal sapore jazz; Gabriella Rinaldi nel brano dai tratti “somatici” psichedelici “Unicorno di mare”; Eugenio Cesaro nel brano divertente “Lon Chaney Jr” e Simona Boo nel pezzo di chiusura intitolato “Di cosa parliamo quando parliamo d’amore”.

Un disco dalle sonorità positive dall’inizio alla fine, proprio dove lì, una bossa nova tricolore, ci delizia e ci saluta con un testo che a tratti sembra porsi da ossimoro. Una leggerissima punta di amaro magistralmente interpretata da Simona Boo, voce dei 99 Posse.

I Ferraniacolor danno prova di grande duttilità stilistica.

In soli quattro brani infatti le sonorità toccate sono molte. Il tutto condito da un’atmosfera club che regala un tocco d’intimità estremamente piacevole. Ogni brano ha una sua identità ben precisa e molto è merito delle quattro voci. Interpretazioni impeccabili come nel caso della solare “Unicorno di mare” dove si viene inevitabilmente trascinati a largo. In preda di onde “elettroniche” in un mare di groove tra maree di bassi e respiri profondi.

Un disco che nella sua brevità vi farà venire voglia di mandarlo a loop nel vostro stereo, così da poterne scorgere i colori e le peculiarità. Un lavoro che si presta ad un ascolto attento ma non solo visto che, ne sono certo, potrà accompagnare i vostri momenti di relax lasciandovi scegliere se essere cullati dalla musica che volerà nella vostra stanza o intrattenuti dalle parole cantante da quattro abilissimi narratori.

Consigliatissimo.

 

Emiliano Gambelli.

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui