Il clima d’odio, la politica e le giornate degli egosauri, chi sono e cosa fanno?

2
libri consigliati 2019

Tra i libri consigliati per l’inverno 2019 bisogna sicuramente annoverare quelli a tema socio politico.

La motivazione è lampante. Bisogna documentarsi continuamente sull’evolversi della compagine geopolitica e su chi si trova a supervisionare le condizioni attuali.

Il testo di Pier Aldo Rovatti “Gli egosauri” edito da Elèuthera è uno spaccato della nostra contemporaneità. Una finestra aperta dove poter osservare gli egosauri ed il loro operato.

Ma chi sono gli egosauri?

Gli egosauri nascono laddove viene dato loro spazio d’azione. In politica si manifestano grazie al consenso di una parte di cittadini disinformata e stanca, facilmente influenzabile.

Riflettori puntati su coloro che approfittano quotidianamente dell’ingenuità della massa.

Nell’ambito politico si ha la maggiore e più preoccupante, a mio parere, manifestazione degli egosauri.

Sono figure che non hanno vie di mezzo. Per loro non esiste il grigio. Tutto è bianco o nero. Non c’è possibilità di dialogo: o è si o è no. E soprattutto la loro opinione è corretta a priori.

Nel gergo quotidiano parole come opposizione, cambiamento e popolo hanno assunto nuove sfumature. La cosa preoccupante è che all’ordine del giorno sono riemersi con uso abituale, e forse svalorizzati del loro nefasto significato, termini come razzismo e fascismo, superiorità e sovranismo.

Questo è un chiaro sinonimo del vistoso deficit culturale in cui è sprofondato il nostro Paese.

Viviamo un momento storico di imbruttimento sociale in cui la cultura viene relegata ad un piano secondario.

Ogni singolo capitolo di questo libro è un amaro frammento del fardello che i politici sovranisti ci regalano costantemente in un delirio di onnipotenza senza eguali.

Il fascismo non è solo un capitolo dei polverosi libri del liceo bensì un fantasma che sembra reincarnarsi al giorno d’oggi. Basta accendere la TV per capirlo. Basta accendere la propria coscienza per capirlo.

Recentemente il celebre fumettista Vauro, ospite del programma in onda su Rete 4 Dritto e Rovescio, è stato protagonista di una furiosa lite con il neofascista “er Brasiliano”.

Il punto non è la lite. L’argomentazione da sollevare è un’altra. Com’è possibile oggi offrire spazi, qualunque essi siano, a personaggi che si proclamano neofascisti.

Memorandum: l’apologia del fascismo è reato.

È in questo clima di odio e intolleranza che viviamo. Un tempo in cui sembra la storia non abbia insegnato nulla. Un periodo in cui una donna di 89 anni, Liliana Segre, si ritrova a vivere sotto scorta poiché minacciata da forze di estrema destra.

Liliana Segre è una sopravvissuta all’Olocausto. Lei dev’essere la nostra memoria. È attiva testimone della Shoah italiana.

Quindi leggere l’opera di Rovatti è come indossare degli occhiali. Puoi vedere cosa accade e annusare quello che sta per accadere. È uno strumento per capire chi ci ha portato a vivere in queste condizioni.

Indipendentemente dallo studio del Novecento che dovrebbe partire dai banchi di scuola. Non può il secolo scorso essere trattato frettolosamente, solo per concludere l’agognato programma scolastico.

Libri consigliati 2019: portare l’attualità sui banchi di scuola.

“Mi limito all’osservazione seguente: studiare meglio il fascismo, tentare di riempire i buchi di ignoranza che la scuola lascia aperti sulla questione, significa sapere dove appoggiamo i nostri piedi, in quale società stiamo camminando, avere una qualche chiarezza sui tratti che la caratterizzano, comunicare ai giovani i problemi che ci premono addosso e tentare di orientarli attraverso l’esame critico della nostra condizione attuale, mettendo in luce gli strumenti che stiamo usando e discutendone la portata.” – pag. 52, Gli Egosauri, Pier Aldo Rovatti

Alessia Aleo

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui