Coronavirus, Fase 2: come visitare i Musei Vaticani

musei-vaticani-coronavirus-fase-2

Musei Vaticani hanno riaperto le proprie porte al pubblico il primo giugno 2020 dopo essere stati chiusi a causa dell’emergenza coronavirus.

Ai tempi del Coronavirus scordatevi le lunghe code davanti ai Musei Vaticani, ormai si entra solamente prenotando i biglietti attraverso il sito ufficiale dei Musei Vaticani. La buona notizia è che al momento la prenotazione è gratuita mentre prima ammontava a quattro euro per ogni biglietto.

Gli ingressi dei visitatori sono contingentati anche se una volta entrati non bisogna rispettare nessun orario di uscita, volendo si può rimanere fino all’orario di chiusura.

Le procedure d’entrata ai Musei Vaticani

All’esterno dei Musei Vaticani i guardiani enunceranno ad alta voce ogni quarto d’ora gli orari di ingresso. Quando sarà il vostro turno mettetevi in fila pronti a mostrare il voucher, prima di farvi passare controlleranno che l’orario sia giusto. Non verranno tollerati ritardi quindi nel caso vi presentiate 15 minuti dopo non potrete accedere ai Musei e non vi sarà offerto nessun rimborso.

Per essere ammessi ricordatevi di portarvi una mascherina con cui coprire naso e bocca, dovrete indossarla per tutta la durata della visita.

A quel punto potrete varcare l’entrata dove vi diranno dove fare la fila per il metal detector. Sul pavimento ad aiutarvi a mantenere la giusta distanza dagli altri visitatori troverete degli adesivi. Mentre attenderete il vostro turno in fila vi misureranno la temperatura senza che neanche ve ne accorgiate. Utilizzano infatti delle strumentazioni termometriche.

A quel punto passato il controllo delle borse dovrete recarvi alle casse per convertire i vostri vouchers in biglietti. Accanto alle casse c’è del disinfettante nel caso vogliate usarlo prima di cominciare la visita.

Tenete i biglietti in mano perché vi serviranno nuovamente dopo aver salito le scale, dovrete passare per i tornelli.

Percorrere le sale dei Musei Vaticani rispettando le norme per tutelarsi dal coronavirus

Lungo il percorso troverete delle boccette di disinfettante ma non ne vedrete di frequente durante il percorso. Vi consiglio quindi di portarvi con voi una piccola scorta anche perché per accedere ad alcune sale sarà necessario toccare delle porte.

Nella maggior parte delle stanze la distanza di sicurezza di un metro era rispettata, qualche problema in più l’avevano le guide che non potevano usare le cuffiette e potevano portare in visita fino a 10 persone. Fortunatamente dal primo luglio i Musei Vaticani forniranno loro gli apparati audio trasmittenti per gruppi composti da più di 10 persone fino ad un massimo di 15 persone.

Durante la mia visita, avvenuta di sabato pomeriggio, le uniche parti dove è stato davvero difficile mantenere la distanza di sicurezza di un metro sono state le stanze di Raffaello per il resto non ho riscontrato problemi. Mi raccomando approfittate di questo momento per andare a contemplare la sala di Costantino i quali restauri si sono conclusi da poco.

Una volta arrivati nella Cappella Sistina anche se siete accompagnati da una guida non potrete passare per la porta che conduce direttamente alla Basilica di San Pietro, la stanno tenendo chiusa durante questa emergenza.

Orari dei Musei Vaticani durante l’emergenza coronavirus

  • dal lunedì al giovedì i Musei Vaticani saranno aperti dalle 10:00 alle 20:00 (ultimo ingresso alle 18:00);
  • dal venerdì al sabato dalle 10:00 alle 22:00 (ultimo ingresso alle 20:00);
  • domenica sono chiusi ed è sospesa anche l’iniziativa dell’ingresso gratuito durante l’ultima domenica del mese per ovvie ragioni.

Devo dire che vedere i Musei Vaticani di sera è stato molto suggestivo.

Punti di ristoro ai Musei Vaticani durante l’emergenza

Vicino alla biglietteria interna dei Musei Vaticani troverete delle macchinette dove comprare snack e bibite. Incontrerete nuovamente delle macchinette verso l’uscita.

In alternativa potrete usufruire dell’unico punto di ristoro aperto al momento che si trova nel cortile della Pigna che offre servizio bar, caffetteria e ristorante solamente ai tavoli. Anche in questo caso gli ingressi saranno contingentati.

Giulia Tiddens

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui