Sei A. o P.? in scena al teatro Agorà: così è gay, se vi pare…

Sei A. o P.?

Sei A. o P.? – il linguaggio dell’Amore, commedia in due atti in scena al teatro Agorà dal 2 al 5 e dal 9 al 12 novembre 2017.

“Il principe azzurro è gay?”. È questo il dubbio che spinge Anna – protagonista dello spettacolo Sei A. o P.? – a scaricare sul proprio smartphone un’app per incontri… Destinata però a utenti gay!

È ormai chiaro: chat, app e social network hanno modificato radicalmente il nostro modo di relazionarci con gli altri. Ma a cambiare è soprattutto il nostro modo d’amare e di trovare l’amore.

A queste nuove forme di “educazione sentimentale” il Teatro guarda oggi con crescente attenzione. Lo spettacolo Sei A. o P.?, per la regia di Andrea Donatiello, ha deciso d’indagare il fenomeno all’interno del mondo gay attraverso un’app fittizia chiamata ALEJANDRO (una parodia della nota chat Grindr). ALEJANDRO/Grindr permette di interagire con altri utenti nel raggio di alcuni kilometri: un utile strumento per fare amicizia, per qualche avventura o per trovare una relazione fissa.

La scelta inusuale di Donatiello è d’introdurre un punto di vista esterno, quello di Anna, una donna eterosessuale (interpretata da Anna Pieretto). La ragazza, un po’ per equivoco e un po’ per gioco, decide di crearsi un profilo falso sull’app per conquistare tutti i ragazzi della sua zona. Da quel momento Anna interagisce con il vocabolario e con codici comportamentali di una sfera di socializzazione omosessuale che le è estranea. Delusa dalle sue relazioni precedenti, preferisce rinchiudersi in una realtà parallela e che le è inaccessibile, ma nella quale cerca sicurezza e approvazione. I suoi coinquilini gay Andrea e Paolo la guideranno in questa paradossale avventura tentando in tutti i modi – invidiosi del suo successo in chat – di persuaderla ad abbandonare il suo gioco perverso.

Sarà al contrario il “gioco” di Anna a risvegliare la coscienza dei suoi amici ricordandogli quanto sia illusoria la ricerca dell’amore su una chat.

Sei A. o P.? Teatro Agorà
Sei A. o P.? Teatro Agorà

Si tratta di uno spettacolo leggero che tratta il tema LGBT senza obiettivi didascalici o un’eccessiva introspezione.

L’atmosfera goliardica si addice al cast giovane formato da Andrea Donatiello, Anna Pieretto, Luca Gennariello e Leonardo Franco. Inoltre, alcuni brani cantati da Anna animano una curiosa atmosfera “alla Walt Disney”.

I comportamenti caricaturali dei personaggi e gli stereotipi costituiscono la base della comicità dello spettacolo.

Questo ironizza – a volte con troppa facilità – sui convenzionali cliché omosessuali e sugli aspetti più materialistici della sessualità. La psicologia dei personaggi emerge a tratti (maggiormente nel secondo atto) gettando luce sulle paure e debolezze personali che spingono a trovare conforto nelle chat. La ricerca del partener perfetto, alimentato dall’interfaccia virtuale, è un mito pronto ad evaporare nel confronto con la realtà.

Come afferma il personaggio di Paolo:

“Il principe azzurro non è gay… l’hanno solo mandato in esilio tanto tempo fa!”.

Così la ricerca spasmodica di qualcuno “che ci ami” va oltre le differenze di genere. Alla fine vale il monito conclusivo della protagonista: “Il principe azzurro non aveva uno smartphone”.

Che l’amore vero esista ma vada ricercato altrove? Forse è sempre stato sotto al nostro naso.

 

Daniele Di Cola e Francesca Blasi

1 Commento

  1. Spettacolo molto divertente ma allo stesso tempo molto significativo.!! La ragazza è stata davvero molto brava. Complimenti a tutti e quattro e congratulazioni soprattutto al regista. .

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui