Proprio a me: il podcast di Selvaggia Lucarelli torna con la seconda stagione

proprio a me seconda stagione recensione

Proprio a me, il podcast di Selvaggia Lucarelli prodotto da Chora Media, è tornato con la seconda stagione. Dopo una prima serie rimasta per mesi nella classifica dei podcast più ascoltati, su Spotify sarà possibile fruire gratuitamente delle nuove puntate: ogni nuovo episodio sarà pubblicato ogni mercoledì a partire dal 14 settembre.

Se il tema affrontato nella prima stagione è quello delle relazioni sentimentali tossiche, in questa nuova serie il fil rouge è la famiglia, spesso disfunzionale.

Nell’infanzia di ognuno di noi c’è una stanza in cui sopravvivono al tempo che passa le cose non dette, in cui resta il dolore di ciò che avremmo voluto sapere al momento giusto, per quello che ci è stato taciuto perché eravamo troppo piccoli o troppo protetti o semplicemente perché alle volte va così: i genitori pensano che i figli non debbano partecipare alle cose dei grandi. Capita allora di sentirsi esclusi, di essere dei bambini che respirano infelicità senza capire da dove venga, che si sforzano di interpretare i silenzi e gli sguardi complici dei genitori.

Ho pensato molto ai silenzi della mia infanzia […] C’era tanta malinconia in quei silenzi […] come se la famiglia fosse stata una stanza da cui i bambini a volte dovevano uscire.

Come da format nel primo episodio Selvaggia Lucarelli racconta la propria esperienza, mettendosi a nudo, donando all’ascoltatore il privilegio di entrare nei suoi ricordi, nella sua vita del passato.

Selvaggia Lucarelli ci racconta la sua famiglia e quelle di altre persone che, sofferenti, hanno ripercorso il proprio passato, il rapporto con i genitori e con fratelli e sorelle, i lutti, per costruire al meglio il loro presente.

La famiglia non è un fatto di sangue, ma il sangue, le lacrime e la fatica del correggere quel che nelle case dell’infanzia è andato storto hanno incredibilmente a che fare con la famiglia.

Ancora una volta Selvaggia Lucarelli scrive un podcast che ha l’energia di colpire al cuore dell’ascoltatore per il suo contenuto sentito, disturbante e violento.

Le puntate

USCITA TITOLO SINOSSI
EPISODIO 1 14/09/2022Non fa nienteSelvaggia Lucarelli racconta la storia della sua infanzia, vissuta nella campagna vicino a Civitavecchia, e il rapporto coi suoi genitori, uniti in un rapporto simbiotico dal quale spesso i figli erano esclusi.
EPISODIO 2 21/09/2022Le conseguenze di un padreLa protagonista è Sofia, una ragazza cresciuta in una famiglia benestante dove il metodo educativo utilizzato includeva botte e violenza, d’altronde “mazz e panell fanno i figli bell“. Sofia è stata picchiata tutti i giorni della sua vita, da sua madre e da suo padre. Perfino suo zio ha minacciato lei e le sue cugine con la cintura. La giovane ragazza è cresciuta in antitesi al modello femminile di sua madre e, per sopravvivere, è scappata lontano. Ma un giorno il passato ha bussato alla sua porta e lei non ha potuto ignorarlo. Questa seconda puntata è struggente ed emotivamente dirompente.

Valeria de Bari

Sceneggiatrice, chitarrista, poetessa, pittrice: quello che sogno di diventare da grande. Ops ... sono già grande. Amo la musica (soprattutto il punk, il rock e le loro derivazioni), le immagini-movimento e l'arte del racconto (o come si dice oggi lo "story telling"). La mia vocazione è la curiosità. That's all folks

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui