Marco Mengoni incanta il pubblico di Torino

marco mengoni torino
foto di Paolo Pavan

Marco Mengoni incanta il pubblico del Pala Alpitour di Torino

Lo scorso 23 novembre 2016 più di 1200 spettatori si sono riuniti accompagnando Mengoni in un’esibizione spettacolare.

La sua indistinguibile voce è esplosa nella città piemontese con un tour che inaugura la pubblicazione di “Marco Mengoni Live” (il nuovo album uscito il 25 novembre) e che proseguirà con diverse tappe in tutta Italia fino a Dicembre.

Iniziando con Ti ho voluto bene veramente si può dire che il concerto aveva preso una piega ben definita per tutte le inguaribili romantiche. Infatti Mengoni fin dalla prima nota è stato seguito da un pubblico che urlando a squarciagola si è immerso nei propri drammi personali. Le parole del viterbese arrivano talmente semplici e dirette che proprio nella loro ingenua schiettezza rimangono impresse, alludendo a storie, persone e ricordi che in un modo o nell’altro ci accomunano tutti.

Così sono partito per un lungo viaggio, Lontano dagli errori e dagli sbagli che ho commesso

Sul palco Mengoni non si è limitato, anzi, si può dire che si è lasciato andare ad un’incredibile esibizione. Al Pala Alpitour lo abbiamo visto cantare appeso ad una corda, trasportato al centro della sala, cantando in mezzo alla folla, incontenibile, acclamante, divertente.

marco mengoni torino

Più di 1200 persone hanno passato una serata festeggiando la musica, il ballo e la vita trasportati dalla voce del cantante viterbese, emozionatissimo e sinceramente incredulo. Tra una canzone e l’altra i dialoghi diretti con i fan hanno permesso di vedere l’uomo dietro l’artista, un ragazzo giovanissimo che ancora non capisce come sia arrivato su quel palco, in giro per l’Italia, per il mondo seguito da un successo sempre più travolgente. Ad essere apprezzata non è stata solo la sua voce, ma la sua profonda umanità e autentica umiltà che ritroviamo nei testi delle sua canzoni più famose.

Così abbiamo applaudito nella scenografia di apertura di Esseri umani, dove si è toccato uno dei temi più caldi del momento, il concetto di famiglia. Così ci siamo emozionati con Un giorno qualunque, ognuno frugando dentro se stesso. Così abbiamo urlato con Pronto a correre, finalmente liberi dai pesi del proprio passato.

Perché tu sarai sempre il mio solo destino, Posso soltanto amarti, senza mai nessun freno

Inoltre ci siamo divertiti concludendo in bellezza con le magistrali cover di Pharrel Williams, Stevie Wonder e Bob Marley. Trascinati dal ritmo incontenibile tutti ci siamo alzati per scatenarci. Bravo!

Il tour proseguirà percorrendo tutta la penisola e spostandosi in Europa per una serie di date all’estero che terranno impegnato questo cristallino talento fino alla fine dell’anno e a cui non possiamo che dedicare i nostri più sinceri auguri.

Martina Patrizi

Foto di @Paolo Pavan.

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui