Greg Howe infiamma il palco romano del CrossRoads

Greg Howe

Si è svolto lo scorso 10 ottobre il concerto del virtuoso chitarrista Greg Howe a Roma, in uno dei palchi più importanti della capitale: il CrossRoads Live Club.

 È stata una serata molto attesa, per gli amanti della sei corde. Greg Howe, infatti, mancava a Roma da ormai dieci anni. Ad aprire la serata è stata la band Alessandro Benvenuti Trio. La band ha scaldato il pubblico  con dell’ottima fusion e del virtuosismo strumentale degno di nota. Insieme a lui sul palco sono saliti Pino Saracini al basso e  Lucrezio de Seta alla batteria.

Puntuale è salito sul palco Greg Howe tra gli applausi del pubblico, ha imbracciato la chitarra e con l’ausilio di due ottimi musicisti come Ernst Tribbs al basso e l’italianissimo Gianluca Palmieri alla batteria, ha iniziato. I wonder, brano di apertura, tratto dal suo ultimo lavoro Wheelhouse, nono album da studio, che sta riscuotendo enorme successo. Con questo lavoro il chitarrista statunitense si conferma come uno tra migliori chitarristi fusion del momento.

Greg Howe - crossroads live club
                                                               Greg Howe

Il chitarrista americano, che per l’occasione si è esibito sul palco esclusivamente come una chitarra la sua Kielsen GH3 signature model.

Il concerto è proseguito in grande stile tra mille note e ritmi. Il chitarrista (qui la sua pagina fb per chi non lo conoscesse) con il suo trio ha infatti suonato brani da tutto il suo repertorio come Tempest Pulse, sempre dal suo nuovo album o Proto-Cosmos una cover di uno dei chitarristi che più lo hanno influenzato, Allan Holdsworth. C’è stato spazio, ovviamente, anche per dei vecchi successi come On Sail tratta dall’album Parallax. Un momento particolare è stato quando Greg Howe ha eseguito uno dei suoi brani solo per chitarra. Un assolo è stato concesso anche al bravissimo Gianluca Palmieri che si è esibito in un assolo di batteria di quasi cinque minuti. Poi sul finale di questo far inserire il resto del band che ha chiuso insieme il brano iniziandone uno nuovo subito dopo.

Greg Howe con le sue doti ha riempito la serata di colori musicali di ogni genere creando un arcobaleno sonoro unico. Lui e la sua chitarra hanno tenuto fermi gli spettatori per oltre un’ ora e mezza. Ovviamente, come sempre al CrossRoads Live Club, è possibile incontrare gli artisti, per una foto e un autografo.

Tommaso Fossella

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui