MiAmi 2019: il festival della musica Importante e dei Baci a Milano

canzoni di Mahmood

Torna il prossimo weekend a Milano, nella cornice del parco dell’idroscalo presso il circolo Magnolia, il MiAmi: il festival organizzato da Better Days e Rockit che prevede tre giorni di concerti e musica Importante.

Il tema della nuova edizione è Amor Vincit Omnia rappresentato dal manifesto realizzato dall’artista fiorentino Andrea De Luca, che sottolinea come sia l’amore che il MiAmi siano duri a morire. Canzoni di Mahmood

“15 edizioni sono un traguardo importante. Mai come quest’anno abbiamo cercato di superarci facendo semplicemente le cose per bene, senza smanie di grandezza ma continuando saldamente sulla strada di una crescita organica e sostenibile”, hanno commentato i due direttori Carlo Pastore e Stefano Bottura.

Anche in questa edizione sono tantissimi gli artisti che si esibiranno sui quattro palchi del Festival.

Venerdì 24 saliranno in scena, tra gli altri, Clavdio, Coma Cose, Fast Animals & Slow Kids, Eugenio in via di gioia, Giorgio Poi, Franco 126.

Protagonisti della giornata successiva, sabato 25 maggio, saranno Motta, Ensi, Frenetik&Orang3, Myss Keta e Mahmood.

Chiuderanno la serata di domenica 26, tra gli altri, Bugo, Dimartino e Luca Carboni.

Così il cantautore ha commentato la sua partecipazione al festival della musica “giovane”:

“Ho ricevuto tanti apprezzamenti che non m’aspettavo, è un grande piacere esser stato invitato in una dimensione piena di giovani, che sento abbastanza vicini a me come formazione. Mi sono sempre considerato un cantautore atipico, fuori dai meccanismi del pop tradizionale”.

Nell’attesa del MiAmi Festival potete ascoltare questa playlist di “musica Importante”.

Clavdio – Cuore

Motta – Quello che siamo diventati

Coma Cose – Post Concerto

Giorgio Poi – Vinavil

Franco 126 – Nuvole di drago

Frenetik&Orang3 e Coez – Migliore di me 

Mahmood – Soldi

Luca Carboni – Ogni cosa che tu guardi

Eugenio in via di gioia – Chiodo fisso

Bugo – La salita

Valeria de Bari

Immagine copertina: Flickr

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui