Tornano in libreria gli aforismi di Roberto Campagna

di-bugie-campano-tutti-recensione

Roberto Campagna, autore di numerose pubblicazioni, torna per la seconda volta sul mercato editoriale con la raccolta di aforismi Di bugie campano tutti per le Nuove Edizioni Aldine.

Ci siamo già occupati del primo libro di Campagna dedicato agli aforismi per la particolarità del genere letterario che si colloca in un mercato di nicchia nonostante la grande circolazione di citazioni illustri sul web.

L’autore si conferma un esperto nel trasformare magistralmente concetti di filosofia quotidiana in brevi e lapidari enunciati che, distillati da una sapiente ironia, sanno rappresentare le sfide quotidiane della vita.

Anche stavolta i temi affrontati parlano di sentimenti, di quotidianità gravosa, di opportunità e di rimpianti. La verità condensata nella sua essenza autentica parla una lingua universale, trasversale alle culture e ai condizionamenti.

Così è il mondo raccontato dall’autore, una sorpresa amara e affascinante che si ripete nel miracolo continuo dell’esistenza.

Non potrebbe essere altrimenti se persino Ippocrate, medico dell’antica Grecia, ha lasciato in eredità una serie di aforismi che sintetizzano il rapporto stretto che intercorre tra corpo e malattia, costituendo un’opera di riferimento nella trattazione medico-scientfica dell’antichità.

A tal proposito il Prof. Gino Ruozzi,  professore ordinario di Letteratura dell’Università di Bologna e prefatore del libro scrive: “Roberto Campagna si è assunto  questo incarico morale  e terapeutico, in primo luogo  rivolto a sé stesso e poi alla società in cui vive e viviamo. 

Senza inutili fronzoli e logoranti attese egli va subito al cuore dei problemi, cercando di denudarci delle maschere che così spesso amiamo indossare. I suoi aforismi sono minuscole lapidarie lezioni di vita, tanto più preziose perché contengono esperienze meditate e riscontrate di persona. 

Il tutto condito di sagaci sali epigrammatici, divertenti giochi di parole, sorprendenti facezie linguistiche. Una lettura – conclude Ruozzi – piacevole, formativa e persino salutare”.

Leggere aforismi fa bene e rappresenta un antidoto al mal de vivre della società odierna, una pillola di saggezza che contrasta il rischio di nevrosi al quale siamo sottoposti quotidianamente.

Manca infatti, nell’impianto contemporaneo dei valori, quel contenimento emotivo costituito da una rete  allargata e responsabile della trasmissione delle esperienze; la presa in carico dell’individuo come essere sociale.

Un aforisma è proprio questo: un sistema pedagogico che riduce in semplici ma profonde sentenze la complessità degli avvenimenti. Bella la veste editoriale del volume e la copertina, opera dell’artista macedone Kiro.

Roberto Campagna, sociologo, giornalista e scrittore, di mestiere fa il comunicatore. Direttore della rivista “Noi/Altri”, scrive per il quotidiano “Latina Oggi” e “Le Monde Diplomatique – Il Manifesto”. Tra i suoi libri: “Alle fontane – Storie di panni di paese” (racconto breve), “E così fu” (racconti), “101 filastrocche in fila per 1”, “A Via Fontana dell’Oro” (fiabe), “Il Palato della Memoria” (romanzo), “Meglio povero che poveraccio” (aforismi) e “Le storie non volano” (romanzo). Suoi racconti compaiono nelle antologie “Buon Anno e Felice Anno Nuovo”, “Sorridi Siamo a Roma” e “Del Sacro e Del Profano”. Infine, è un esperto di enogastronomia: diversi i libri che ha pubblicato su questo argomento.

Antonella Rizzo

Poeta, scrittrice, performer, docente, giornalista. Collaboratrice di Culturamente dal 2015.

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui