Queen Makeda Grand Pub lancia la sua prima campagna di Equity Crowdfunding

Il Crowdfunding sbarca nel mondo della ristorazione con la prima campagna lanciata per l’apertura di una nuova sede a Milano.

E’ partita il 13 marzo 2018, la prima campagna di Crowdfunding del Queen Makeda Grand Pub nato a Roma nel dicembre del 2014. L’apertura di una nuova sede di Milano sarà solo la prima di una serie di campagne destinate alla crescita dei Grand Pub in diverse sedi italiane ed europee.

Si tratta della prima attività italiana di ristorazione che decide di ricorrere all’Equity Crowdfunding al fine di aprire una nuova sede del suo business, il tutto tramite un portale nazionale.  Diversi sono gli esempi e i casi internazionali di riuscita di operazioni analoghe nello stesso settore, primo tra tutti quello del birrificio scozzese BrewDog. Un’operazione dinamica e coraggiosa che mira a disegnare una strategia diversa di posizionamento su un nuovo mercato, quello milanese, in modo del tutto attuale.

Nel mondo delle nuove aperture infatti, quella progettata dal Queen Makeda si distingue in termini di “tecnologia” e dialogo con il presente. Tra le tante modalità possibili, il Crowdfunding è stato infatti valutato per la sua capacità di rivolgersi alla propria community, creandone una ancora più grande, e di rappresentare una vera e propria attività di marketing preliminare che mira a rafforzare l’identità stessa del Queen Makeda.

La storia.

La proprietà del Queen Makeda non è estranea ad operazioni di questo genere, se si pensa che il locale ha aperto nel 2014 all’Aventino, a Roma, dalle ceneri di una discoteca storica della vita notturna della città, dopo due anni di ricerca e analisi in un panorama, come quello romano, che non aveva ancora sperimentato il vero boom della birra artigianale.

Il format, creato con la società leader di settore Laurenzi Consulting, unisce 40 spine di birra artigianale a un concetto di pub contemporaneo, dove la cucina è sostanziosa, accogliente, ma rigorosamente internazionale, un lungo viaggio tra Oriente e Occidente rappresentato non solo da un menu da capogiro ma anche dall’affresco che si snoda lungo la parete centrale del locale. L’apertura milanese, già nei progetti sin dal 2015, sarà esattamente speculare al format che ha riscosso tanto successo a Roma.

Come Funziona?

Da oggi, sul portale di Crowdfunding italiano WeAreStarting è attiva ufficialmente la campagna. Chi investe nella campagna non dà solamente supporto al progetto, ma ne diventa parte integrante e beneficiario. La campagna ha una durata di 4 mesi e un target di raccolta di 200.000 euro: gli investitori diventeranno a tutti gli effetti soci della società che gestisce il Queen Makeda, entrando a far parte non solo della futura realtà milanese, ma anche di quella romana già esistente. L’investimento minimo previsto è di 200 euro, con significativi e divertenti “rewards”, ricompense che premiano gli investitori, tra cui una tessera che permette uno sconto a vita nei locali di Roma e Milano. Per saperne di più, ci si può recare sulla piattaforma direttamente all’indirizzo www.wearestarting.it/offering/queenmakeda

 

Ufficio Stampa
Laurenzi Consulting
Lavinia Martini
lavinia@laurenziconsulting.it
348.7741527

Queen Makeda Grand Pub
Via di San Saba 11, Roma
www.queenmakeda.it
facebook.com/queenmakedagrandpub
instagram.com/makedagrandpub

 

Redazione CulturaMente
La Redazione di CulturaMente è composta da un team di appassionati. Scopri chi sono gli Spacciatori e le Spacciatrici che ti forniscono la tua Dose Quotidiana di Cultura!

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui