Beef Bazaar, il nuovo riferimento romano per gli amanti della carne

Le varietà di carne più pregiate e gustose provenienti da tutto il mondo, riunite in un solo menù nel grande ristorante del quartiere Prati.

Apre con un tempismo quasi perfetto Beef Bazaar anticipando di pochi giorni il cambio delle temperature. La stagione è quella ideale per tornare a scegliere i menù di carne e gli appassionati del genere non si faranno certamente sfuggire questa nuova possibilità.

Le due vetrine di Via Germanico 136, non lasciano presagire l’ampiezza degli spazi interni distribuiti su 700 metri quadrati. Superato il bancone Bar dell’ingresso, ottima opzione aperitivo in zona, il locale si distribuisce su due livelli. Prima di scendere però si incontra un secondo bancone bar, dedicato alle diverse tipologie di birra Moretti tra cui la bianca tipo Weiss.

Beef Bazaar roma prati

Allestito secondo i dettami del design contemporaneo, strizza l’occhio ad atmosfere industriali ma senza cadere nell’estremizzazione. I colori tenui, concorrono a creare un’ambiente che rimane accogliente anche essendo un locale da 300 coperti. Uno spazio che invoglia alla socialità e in cui è piacevole intrattenersi. Al centro del livello inferiore campeggia il tavolo sociale con le comode sedute alte, ispirato alle tendenze della ristorazione newyorkese.

I migliori tagli di carne da tutto il mondo.

L’esposizione della carne nei banchi, è all’altezza di un locale che si candida seriamente ad essere il punto di riferimento tra i ristoranti capitolini di questa tipologia. Ampia la scelta tra Manzo Danese, Scottona Italiana, termine che identifica il manzo femmina che non ha mai partorito e macellata intorno ai 18 mesi. La Manzetta Prussiana dal tenore di grassi appena sufficiente a renderla gustosa.

Beef Bazaar roma prati

Il Black Angus selezionato da una razza di bovini scozzese e allevato nel mid west USA  a base di grano e fieno. Alimentazione che favorisce la marmorizzazione della carni a tutto vantaggio del sapore. Poi le carni Argentine, Australiane fino al nipponico Manzo Kobe dalla particolare morbidezza delle carni, che i bovini raggiungono grazie ad un particolare trattamento di massaggi. Un taglio pregiato e non così frequente da trovare nel menù.

beef bazar roma prati

Da Beef Bazaar la griglia la fa da padrona, ed è possibile abbinare la carne con il tipo di sale preferito, che sia il nero delle hawaii o il rosa dell’himalaya. Ampio spazio però anche a tutti gli altri tagli, cube roll, filetto, entrecote, costata o fiorentina, non c’è che da scegliere. Ma la proposta non si limita a questo e grazie alle differenti opzioni previste dal menù, anche chi non è appassionato della carne è il benvenuto.

beef bazar roma prati

Tra gli antipasti il carpaccio di Black Angus affumicato con pomodorini e rucola, è in buona compagnia tra molte possibilità. La selezione delle tartare propone le versione maxi da 200g o quelle da 100g, proposte in diversi accostamenti, dai tipici sapori della cucina nostrana a quelli che impiegano ingredienti più esotici.

Oltre al menu’ di carne anche altre ottime opzioni.

Presente in carta anche una selezione dalla cucina che comprende piatti a base di riso, pollo o gustose insalate. Piatti come il Riso rosso ermes con pollo al mojto o l’insalata di Spinacini, avocado, bacon, feta, pomodoro e vinaigrette, riescono a evitare a chi non è sbilanciato sulla carne, il ruolo di accompagnatore gastronomico passivo.

beef bazar roma prati

 

Lo stesso vale per i bimbi a cui basta un ottimo hamburger con patate al forno o fritte per essere felici. Tra questi, proposti anche in versione gourmet, anche il Veggie, hamburger di seitan. Per la zona, la qualità e la cura del locale i prezzi sono assolutamente in linea, ma la carta vincente potrebbe essere la varietà delle carni, difficile da trovare in una possibilità di scelta così ampia.

Bruno Fulco

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti e diplomato presso l’Associazione Italiana Sommelier, da sempre appassionato di enogastronomia come veicolo di scambio e collegamento tra le diverse culture. Viaggiatore entusiasta specie nelle realtà asiatiche e mediorientali. La fotografia completa il bouquet delle passioni irrinunciabili con particolare attenzione al reportage. Ricerca ostinatamente il modo di fondere questi elementi in un unico elemento comunicativo.

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui