Educazione sessuale nella scuola italiana (non pervenuta)

educazione sessuale

Laicità Scuola Salute ha  presentato un appello alla politica per avere una Scuola laica, inclusiva e sicura.

Un appello che affronti l’emergenza sanitaria e affettiva della sessualità tra i giovani.

Nel nostro Paese non c’è nessun programma curricolare di educazione alla sessualità e alle differenze: proprio per questo motivo si è costituito il Coordinamento Laicità Scuola Salute. Un coordinamento formato da Agedo, Coordinamento Genitori Democratici, Educare alle Differenze, Famiglie Arcobaleno, Gaycs, Gaynet e Rete Genitori Rainbox.

Il Coordinamento vuole proporre l’insegnamento dell’educazione sessuale all’interno degli obiettivi formativi presenti nelle scuole di ogni ordine e grado, formando appositamente il corpo docente. Inoltre vuole costituire un fondo speciale per sostenere progetti che riguardano l’educazione alla sessualità e alle differenze di genere. Questi progetti saranno finanziati attraverso dei bandi nazionali.

educazione sessuale

Il Coordinamento vuole anche introdurre la distribuzione del preservativo maschile e femminile nelle scuole.

La distribuzione dovrebbe essere fatta con il supporto di una campagna di sensibilizzazione alla contraccezione e alla prevenzione delle Malattie Sessualmente trasmissibili. Sarebbe inoltre prevista una verifica dei libri di testo scelti e una successiva sostituzione nel caso in cui non fossero in linea col progetto P.O.LI.TE. Infine, nelle scuole dovrebbero essere organizzate iniziative e momenti d’incontro. Momenti che siano rispettosi e inclusivi verso tutte le famiglie, che rappresentino e valorizzando la pluralità delle configurazioni familiari.

Dulcis in fundo l’inserimento nelle scuole della celebrazione del World AIDS Day, il 1 dicembre.

 

Alessandra Bonadies

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui