Video in streaming: il declino della TV come la conosciamo

Guardare la televisione oggi è un’attività ben diversa rispetto al passato, soprattutto per alcuni utenti ben informati.

Oggi infatti sono sempre di più coloro che non si affidano più ai tradizionali broadcast televisivi, ma preferiscono guardare, sul tablet, sul computer o sulla Smart TV, piattaforme di video in streaming.

Cosa vuol dire video in Streaming

La rete internet a banda larga, la diffusione di computer e protocolli di una certa qualità e la disponibilità di contenuti online hanno permesso la sempre maggiore diffusione della visione di video in streaming. Anche solo una decina di anni fa chi voleva guardare un film attraverso internet era costretto a scaricarlo, in genere attendendo anche diversi minuti, se non addirittura ore. Quindi si doveva decidere in anticipo cosa fare stasera, per poter cercare il titolo desiderato, valutare se effettivamente poteva essere disponibile e poi scaricarlo. Per altro buona parte di questi metodi era del tutto illegale, contravveniva infatti ai diritti d’autore di serie TV e filmati di vario genere. Grazie quindi alle novità tecnologiche oggi è possibile godersi un filmato, anche molto lungo, senza scaricarlo, questo è lo streaming.

Cosa offre il mercato

Non stiamo parlando di metodi illegali, di guardare film “piratati” o di scaricare in modo illecito un documentario o una serie TV. Sono infatti disponibili per i clienti italiani numerose piattaforme di streaming. Alcune sono completamente dedicate agli eventi sportivi e, in buona parte dei casi, sono anche gratuite. Altre invece consentono di vedere, come e quando lo si desidera, tutto ciò che si vuole. Dall’ultimo film uscito un paio di mesi fa al cinema, fino al documentario d’arte o alla serie TV del tutto nuova, o già trasmessa dai canali TV tradizionali.

Come funziona

In linea generale approfittare delle piattaforme di video in streaming è oggi semplicissimo. Di solito basta attivare un account e scegliere ciò che si desidera guardare, per cominciare a farlo subito, dalla smart TV o dal computer, a seconda delle proprie preferenze. La scelta si effettua attraverso motori di ricerca interni alle stesse piattaforme, si può però in genere cercare il singolo titolo, anche in lingua originale; oppure si può utilizzare una chiave di ricerca più ampia: tipo documentari, o film d’avventura.

Quanto costa guardare video in streaming

La risposta è un poco articolata, perché molto dipende da ciò che si intende vedere e dalla piattaforma che si utilizza. Ci sono piattaforme infatti che consentono di vedere ciò che si desidera, pagando una piccola cifra per ogni singolo contenuto; ad esempio guarda i film romantici su Chili, pagando solo ciò che effettivamente guardi. Oppure alcune piattaforme consentono di accedere ad ogni contenuto dietro il pagamento di un abbonamento, annuale o mensile a seconda dei casi. Chi è un grande appassionato si troverà a dover approfittare di entrambe le modalità, anche perché non sempre i cataloghi di queste piattaforme sono omnicomprensivi, alcuni propongono anche contenuti unici, mentre altri si dedicano soprattutto alle nuove uscite, o ai film d’autore.

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui