La street art sui muraglioni del Tevere

I muraglioni del Tevere diventano uno spettacolo: la street art arriva lungo il fiume.

L’artista William Kentridge, 61 anni, sudafricano, ha decorato con la propria arte i muraglioni romani, portando una street art singolare sulle sponde del nostro Tevere. Si tratta di Triumphs and Laments – un progetto per Roma: la storia della Capitale si lascia narrare per vittorie e sconfitte, dolore e arte; il tutto reinterpretato a discrezione dell’autore. Quanto saprete riconoscere del passato, lontano e vicino, dell’Urbe?

Ecco alcuni scatti per farvi un’idea. Starà a voi recarvi in loco per gustare il resto.

Triumphs and Laments Roma
Le figure sono ottanta, sui dieci metri di altezza, disposte per 550 metri lungo i muraglioni e ricavate asportando i residui accumulatesi sulla superficie. L’area interessata va da Ponte Sisto a Ponte Mazzini, dal lato del Lungotevere Farnesina.
Triumphs and Laments Roma
Si consiglia di partire da Ponte Sisto; troverete come prima figura quella in foto.

Triumphs and Laments Roma
Il murale è stato inaugurato ufficialmente il 21 aprile 2016, in occasione dei Natali di Roma, con musiche e danze dal vivo, mentre i bozzetti preparatori sono stati esposti al Macro di Via Nizza il 17 aprile e vi resteranno fino al 2 ottobre.


Triumphs and Laments Roma
Non si cerca affatto di costruire una rappresentazione realistica della storia e gli eventi non seguono un ordine cronologico; si procede per simboli, spesso contaminati da una commistione di elementi, a volte anacronistici, oppure solo in apparenza decontestualizzati.
Triumphs and Laments Roma
Data la grandezza del murale, c’è da rimanerne impressionati. Il presente fa irruzione con un barcone di migranti.
Triumphs and Laments Roma
Pasolini è una figura distesa sul cemento, brutalmente colpita, mentre Giordano Bruno, in foto, è la statua che scruta dal suo piedistallo.
Triumphs and Laments Roma
La Dolce Vita: Mastroianni e Anita Ekberg; niente fontana, ma una vasca da bagno. Così ci avviciniamo agli spazi finali della street art tiberina.
Triumphs and Laments Roma
Alcuni episodi storici sono più riconoscibili di altri...
Triumphs and Laments Roma
Si può presumere che il lavoro sia permanente, almeno fin quando lo sporco non torni ad annerire del tutto i muraglioni. Speriamo allora di poterne godere a lungo; la passeggiata lungo la banchina del fiume è un classico romano e per la maggior parte dell’anno resta poco sfruttata e artisticamente desolata. Che sia questo l’inizio di un nuovo “decoro” del Lungotevere?

@Foto di proprietà dell’autore

Gabriele Di Donfrancesco

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui