Accademia Costume e Moda: tutta la storia in un libro

accademia-costume-e-moda-libro

Scripta manent, dicevano gli antichi. E con un libro sembra concretizzarsi la memoria, la forza del passato viene incorniciata in una storia che può essere, finalmente, stretta in una mano.

E il calore dell’abbraccio in questo caso è quello degli appassionati di moda che a Roma hanno un caposaldo, una certezza: l’Accademia Costume e Moda. Un luogo di formazione che da cinquant’anni (compiuti nel 2014) sforna professionisti del settore, mettendoli alla prova con contest e laboratori. Una l’ho conosciuta di persona, si chiama Gabriella Loria, australiana di origini italiane, che dopo la formazione nell’Accademia fa la Costume Assistant in giro per il mondo. Da Woody Allen a Christopher Nolan, sono moltissimi i registi con cui ha avuto il piacere di lavorare, a testimonianza che i sogni possono davvero diventare realtà.
Accademia Costume e Moda libro
Questo luogo di dottrina, situato in via della Rondinella, continua la propria missione consapevole che la competizione oggi è aspra: si punta sui giovani, si ha fiducia in loro, e lo dimostra anche la conduzione interna che, da Rosana Pistolese è passata alla figlia Fiamma Lanzara, fino a due figli di quest’ultima, Furio e Lupo.
Dalla determinazione femminile è nato dunque un polo di cultura, artigianato e arte della moda: ne sono una prova i contributi all’interno del libro che celebra questo mezzo secolo e che si focalizzano sul concetto di talento, sulla forza della creatività, sull’importanza di un costume, accessorio fondamentale, tanto nei film quanto a teatro, che spesso viene sottovalutato dallo spettatore, troppo focalizzato sulla figura dell’attore. Firme importanti come quella di Antonio Mancinelli (Marie Claire), Silvia Venturini Fendi (Presidente Alta Roma), Cav. Mario Boselli (Presidente Camera Nazionale Moda Italiana), e Beppe Modenese (Presidente Onorario Camera Nazionale Moda Italiana) fanno la loro apparizione tra le ricche pagine del libro. Fatica, ritmi frenetici, attenzione certosina al dettaglio sono tutte componenti imprescindibili per lavorare in un mondo che sembra patinato, ma che fondamentalmente è uno dei pilastri della tradizione italiana, specialmente in fatto di sartoria.
 Accademia Costume e Moda libro
Ad inframmezzare queste pillole di storia scorrono foto, bozzetti e disegni di ex studenti che rendono il libro un compendio di conoscenza, immancabile nelle case di chi percepisce la moda come la propria missione. Anche ai non appassionati, tuttavia, farebbe bene questa interessante lettura: troppo spesso infatti il mondo della moda viene associato ad un contesto frivolo e superficiale, oppure viene svilito da un mercato del lavoro che sembra non avere spazio per i professionisti del mestiere.
La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti – ha detto una volta Coco Chanel – La moda è nel cielo, nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo.”
Proviamo ad andare oltre le apparenze, soprattutto quando ci sembrano le uniche protagoniste in passerella.
Alessia Pizzi

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui