The Chemical Brothers, i signori dell’elettronica al Rock in Roma 2018

Chemical Brothers roma
The Chemical Brothers Rock in Roma 2018

Il duo che ha fatto la storia della musica elettronica mondiale The Chemical Brothers ha letteralmente mandato in delirio il pubblico del Rock in Roma 2018 con uno show fenomenale.

Il 19 luglio 2018 sarà sicuramente una data da ricordare per tutti coloro che erano presenti all’Ippodromo delle Capannelle ad assistere al concerto dei The Chemical Brothers. Il duo londinese infatti non ha deluso le aspettative delle migliaia di fans provenienti da tutta Italia, pronte a godersi uno spettacolo senza pari.

 

Tom Rowlands e Ed Simons, i Chemical Brothers, negli anni hanno praticamente ribaltato il concetto di musica elettronica portandola dai club agli stadi, dalle discoteche ai festival più importanti del mondo. A rendere tutto ciò possibile è la loro straordinaria abilità nei set live che mescolano una tecnica musicale unica a un’esperienza visiva mozzafiato. Loro, tra i primi, hanno osato nel creare un genere che unisse elettronica, tecno e rock e la scelta, come ci insegna la storia non è mai stata così azzeccata.

Già dagli anni ’90 i Chemical Brothers dominano la scena musicale rinnovando di album in album il proprio stile che si adatta alle tendenze e spesso ne genera di nuove. Dopo un silenzio di qualche anno i due dj londinesi nel 2016 si sono rifatti avanti con la hit “Go” e un nuovo cd fiammeggiante, Born in Echoes.

Il concerto dei The Chemical Brothers al Rock in Roma 2018 ha confermato il loro dominio incontrastato sulla scena live. Lo show alle Capannelle è una vera e propria esperienza sensoriale fatta di vibrazioni, suoni e luci. Sullo sfondo le immagini accompagnano la musica rendendo lo spettacolo sempre più immersivo. Creature sovrannaturali, uomini fatti di neon, re dannati e figure danzanti si susseguono tuffandosi sulla folla in estasi. A dare il via alla serata non può che essere “Go”, accompagnata da immagini in 3d art psichedeliche, e la continuazione è sempre in crescendo.

La particolarità del concerto è la presenza di vari apici di intensità, il primo dei quali è “EML Ritual”, la vera perla dell’ultimo album, remixata ad arte. Il live dei The Chemical Brothers diventa quindi rave e il rave si trasferisce tra le mura immaginarie di un club underground londinese, senza spostarsi però di un centimetro. L’esperienza cresce di intensità, il ritmo cala e le vibrazioni si fanno più forti, più incisive.

Sul palco vengono quindi calati due giganteschi robot che si ergono sul pubblico e, sparando laser dagli occhi, si muovono a tempo con i colpi di cassa dei Chemical Brothers. Ovviamente non mancano le canzoni più famose come “Hey Boy Hey Girl”, “Galvanize” e “Block Rockin’ Beats” a dare una scossa definitiva al pubblico in delirio. A mettere fine alle danze è “Sympathy for the Devil” accompagnata da immagini di santi e demoni in un tripudio di colori.

 

Che dire, uno dei live più emozionanti di questo Rock in Roma 2018 che ha ancora in serbo per noi tante sorprese!

Gianclaudio Celia

@Gian_Celia

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui