Giulia torna “immensamente” nel nuovo video de Le Vibrazioni

Le Vibrazioni_giulia_canzoni

LE VIBRAZIONI tornano in radio con “CAMBIA”, l’atteso nuovo ed emozionante singolo, prodotto da 432 e distribuito da Artist First.

Una ballad rock che unisce le sonorità proprie della band con un testo capace di entrare immediatamente nel cuore e nelle orecchie dell’ascoltatore, grazie anche a un ritornello che resta impresso nella memoria.

Le Vibrazioni canzoni ed emozioni nuove: torna immensamente Giulia

Diretto da Bendo, il video nasce con l’intenzione di rendere omaggio al celebre videoclip di “Dedicato a Te” tramite un pianosequenza, citandone volutamente i momenti e i segni caratteristici che ne scandiscono le diverse fasi. Location, dinamica del percorso ed attori. Il videoclip, infatti, vede il grande ritorno di “Giulia” che attraversa il naviglio pavese di Milano. I membri della band continuano a cambiare direzione e non interagiscono mai tra loro, lasciando al finale il loro ricongiungimento, simbolo del reale percorso artistico che li ha portati nuovamente a suonare insieme.

Le Vibrazioni il 26 marzo saliranno per la prima volta sul palco del Mediolanum Forum di Assago (Milano). Sarà un grande evento che celebrerà i 20 anni di carriera della band che ha segnato la storia del rock-pop italiano!

Imperdibile festa della musica rock, prodotta da 432 srl, che vedrà la presenza sul palco di tanti amici artisti che hanno condiviso con Le Vibrazioni il loro lungo ed emozionante percorso. Biglietti disponibili su Ticketone.it (http://bit.ly/LeVibrazioniForum).

Testo e Video di “Cambia”

 

 

LE VIBRAZIONI

“Cambia”

(Francesco Sarcina, Davide Simonetta)

 

Se fosse facile dirti di restare qui

Se fosse facile avere un minuto solo per convincerti

Io non lo so, almeno adesso non avrei più paura

Giorni interi a contarci i lividi

Ma com’è bella Milano d’inverno, forse domani nevica

Forse è meglio se restiamo a casa

 

Poi sveglieremo la città

Nell’alba fredda delle sei

E vivere è la sola cosa che ci viene bene

Tutto il resto non conta, siamo in piedi un’altra volta

 

Cambia

Due mani che si cercano nel buio

E il mondo cambia

Promesse che non durano un minuto

E tutti i calcoli inutili

Sei tu che pensi di essere diversa

Ma è il mondo che cambia

 

Se fosse facile dire “io stasera non esco”,

fosse facile stare in silenzio e non spiegarti niente

e raccontarsi che va tutto bene

e spegnere il telefono,

riverniciare le pareti mentre tutto

 

Cambia

 

Due mani che si cercano nel buio

E il mondo cambia

Promesse che non durano un minuto

E tutti i calcoli inutili

La pioggia lava ancora i tuoi peccati

E il mondo cambia

Rincorrersi per non restare indietro un’altra volta

E tutto quello che vorresti adesso non è mai abbastanza

Sei tu che pensi di essere diversa

Ma è il mondo che cambia

 

C’erano quei giorni e tutti i nostri film

Il mare piatto nelle polaroid

C’era la voglia di risolvere le cose

Come se il mondo fosse cenere che cade

Dalle tue sigarette fumate sul balcone

Quando la guerra inizia per un posto che non hai

E tutte le parole, parole da evitare

Sorrisi da affittare per nascondere chi sei

 

Cambia

Due mani che si cercano nel buio

E il mondo cambia

Promesse che non durano un minuto

E tutti i calcoli inutili

La pioggia lava ancora i tuoi peccati

E il mondo cambia

Rincorrersi per non restare indietro un’altra volta

E tutto quello che vorresti adesso non è mai abbastanza

Sei tu che pensi di essere diversa

Ma è il mondo che cambia

Sì, cambia

Cambia

È il mondo che cambia

 

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui