La paura, l’amicizia, la passione politica : in “Patria” ci sono tutti gli ingredienti di un grande romanzo

Fernando Aramburu

Il libro di Fernando Aramburu ha recentemente vinto il Premio Strega Europeo.

Un racconto lungo trent’anni, la storia di persone comuni attraversate dalla storia: “Patria” di Fernando Aramburu, edito da Guanda è un incredibile viaggio tra tante storie private, normali e straordinarie, sconvolte dalla potenza della Storia.

Joxian e il Txato sono due amici che condividono anche con le loro famiglie il piacere di stare insieme. I loro figli sono piccoli, è quel momento della vita in cui pensi che tutto possa accedere. Le loro mogli hanno temperamenti diversi, anche stili di vita diversi, ma sono più importanti le cose che hanno in comune rispetto a quelle che le dividono. I figli giocano e crescono insieme. Vivono in un piccolo paesino alle porte di San Sebastian, una comunità chiusa, con i suoi ritmi scanditi, un guscio rassicurante. Ma le cose sono destinate a cambiare velocemente.

L’ETA e il territorismo

Il fanatismo, il terrorismo, l’ETA, irrompono nelle loro vite in maniera drammatica. Il Txato viene preso di mira dall’ETA, che lo ucciderà dopo una lenta campagna discriminatoria che lo lascerà sempre più solo. Il figlio di Joxian diventerà un militante dell’ETA e il dubbio che proprio il ragazzo possa avere avuto un ruolo nella morte dell’amico tormenterà Joxian. Quegli anni bui e difficili ci vengono narrati attraverso una storia piccola ma universale, perché di fronte al fanatismo tutti siamo costretti a decidere da che parte stare. Ma quelle posizioni che sembrano così sicure, sono destinate a cambiare.

“Patria” è anche questo: un libro dove si parla del perdono e del faticoso percorso per cercare di ricostruire qualcosa quando tutto è andato distrutto. Carnefici e vittime si mescolano, in un libro caratterizzato da continui flash-back, con un uso della lingua molto particolare, che regala ritmo al libro (anche grazie alla traduzione di Bruno Arpaia). Un libro che commuove, fa sorridere, che fa anche arrabbiare.

Dopo aver vinto il “Premio National de Narrativa” 2017 in Spagna, “Patria” ha recentemente vinto il Premio Strega Europeo. E’ stato un vero e proprio caso editoriale, prima in Spagna e adesso anche nel resto d’Europa. Mettetelo nella lista dei libri da leggere quest’estate, non ve ne pentirete.

Silvia Gambi

 

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui