Red Hot Chili Peppers, si riparte da Dark Necessities

the getaway red hot chili peppers
A cinque anni da “I’m With You” la band californiana è pronta ad annunciare l’undicesimo album studio, “The Getaway”.
Artwork di “The Getaway” @wikipedia.org
Dopo rumors e interviste relative al seguito di “I’m With You” sono i Red Hot stessi a rompere gli indugi tramite le loro pagine social, postando una foto con il titolo del nuovo singolo in uscita il 5 di maggio, “Dark Necessities”. 
Quali saranno le novità del nuovo album, “The Getaway”? Il primo grande cambiamento si ha nel “dietro le quinte”, infatti si conclude la ventennale collaborazione con il produttore Rick Rubin che aveva accompagnato la band dal ’91. Si tratta di un cambiamento epocale, considerando che Rubin ha prodotto gli album più apprezzati della band, facendoli entrare definitivamente nell’Olimpo delle rockstar. A subentrare è Danger Mouse, musicista e già produttore dei The Black Keys. Le sue idee “super moderne”, come le definisce il front man dei Red Hot Chili Peppers Anthony Kiedis, potrebbero veramente fondersi all’ecletticità che ha da sempre contraddistinto la band di Los Angeles e dar vita alla “rivoluzione” che mesi prima il batterista Chad Smith aveva preannunciato ai fan.
L’annuncio del nuovo singolo sulla pagina @Facebook dell band.
L’artwork della copertina di “The Getaway” mostra una bambina accompagnata da un orso, un procione e un corvo. Kiedis rivela che questi quattro personaggi rappresentano i membri della band, ma non accenna alla volpe che scappa poco più avanti nella scenetta. Che sia un riferimento all’ex chitarrista John Frusciante? Meglio non addentrarsi nella questione.
I membri del gruppo si rivelano estremamente entusiasti e impazienti di poter suonare le nuove tracce durante i live del tour 2016, che nel mese di ottobre toccheranno la nostra penisola in due date, l’8 all’Unipol Arena di Bologna e il 10 al Pala Alpitur di Torino.
Il singolo Dark Necessities non delude le aspettative e si rivela una sorta di trasposizione in chiave pop del funky al quale la band ci aveva abituati in passato. Dopo una breve intro il basso slappato di Flea e il ritmo soft ma incalzante della batteria iniziano a delineare lo scheletro della canzone. Ad esso si aggiungono un sottofondo di piano e le delicate note della chitarra di Josh Klinghoffer, che continua la propria esperienza nel gruppo dopo “I’m With You”. Il tocco di Danger Mouse si sente e tanto, soprattutto nel coro che accompagna il ritornello. Il tutto si conclude con un assolo essenziale ma d’impatto, confermando lo straordinario talento nell’uso degli effetti da parte del chitarrista.
Le premesse a “The Getaway” sono molto interessanti, quindi per adesso non ci resta che aspettare il 17 giugno per scoprire se la “rivoluzione” sia realmente avvenuta.
Gianclaudio Celia
@Gian_Celia
Musicista e fotografo. Ha una insana passione per la musica live.

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui