Concerti aperitivo al Teatro Quirino: come vivere Roma di domenica mattina

Un’idea per vivere Roma di domenica mattina? I Concertiaperitivo organizzati da Europa Musica al Teatro Quirino, a due passi dalla Fontana di Trevi.

Ho assistito al settimo appuntamento della rassegna, domenica 10 dicembre, e ho vissuto un’esperienza emozionante che ha riscaldato una giornata dalle temperature polari.

I Concertiaperitivo si tengono tutte le domeniche alle 11,00. Gli spettacoli hanno una durata di circa quarantacinque  minuti. Spaziano dalla musica classica e operistica al jazz, alla new age, con commistioni originali di generi e accostamenti innovativi. Vogliono essere una breve pausa nella passeggiata domenicale dei romani o una insolita sosta per i turisti in un luogo magico nel cuore del centro storico di Roma.

Ogni domenica mattina, per otto settimane, si alterneranno sul palco del Teatro Quirino musicisti di altissimo spessore artistico con concerti sempre originali della durata di circa 40 minuti. Segue agli spettacoli una degustazione di vini legati al territorio della regione.

Domenica scorsa è stata la volta del Quartetto d’Archi del Teatro San Carlo di Napoli.

L’ensemble è composta da  Cecilia Laca e Giuseppe Carotenuto al violino, Andrea Noferini al violoncello, Ermanno Calzolari al contrabbasso.

I musicisti hanno eseguito un programma dedicato a Gioachino Rossini, in anteprima alle celebrazioni dai 150 anni dalla sua morte. I brani eseguiti sono stati tre delle Sonate per archi a quattro, composte da Rossini nel 1804:  la Sonata n.2 in La maggiore, la Sonata n.3 in Do maggiore e la  Sonata n.6 in Mib maggiore.

concerti aperitivoUna vera occasione per gli amanti della musica classica quella di poter ascoltare gli archi di uno dei teatri più prestigiosi del mondo.

Le sei sonate a quattro furono composte da Rossini all’età di dodici anni. Agostino Triossi, appassionato contrabbassista autodidatta, invitò il giovane musicista a scrivere della musica da camera; la felice fase compositiva durò soltanto tre giorni, come egli stesso descrive in una dura nota autocritica.

Intorno al 1825 iniziò a circolare questa raccolta, mentre in Italia Giovanni Ricordi pubblicò le sonate per quartetto d’archi tradizionale (con viola e violoncello al posto di violoncello e contrabbasso) escludendo la terza. Sebbene siano state le sue prime creazioni, lo stile inconfondibile di Rossini è fortemente connotato e rivelano il suo grande genio che si affermò poi nelle opere successive.

Il virtuosismo dei musicisti, in completa sinergia artistica, ha entusiasmato il pubblico presente che li ha richiamati con applausi appassionati dopo la chiusura del sipario.

Bellissima esperienza musicale con aperitivo finale di ottima qualità.

http://www.teatroquirino.it

Ingresso euro 15,00 – ridotto euro 12,00

Info e biglietti   06 6794585     biglietteria@teatroquirino.it


Antonella Rizzo

Lascia un commento

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui