Al Foro Italico arriva La Bohème di Ettore Scola

boheme-foro-italico-ettore-scola

Il 1 febbraio 1896 La Bohème conquistava il pubblico del Teatro Regio di Torino.

Nell’epoca in cui il progresso musicale era incarnato dal genio wagneriano, però, la proposta di Giacomo Puccini divideva la critica, che, se da un lato riscontrava una certa dote “miniaturistica” nel compositore italiano, dall’altra paventava scarsa originalità, specialmente nella melodia, con un giudizio che oggi lascia parecchio l’amaro in bocca.
Ad ogni modo, l’opera ha conosciuto e superato tempeste ben peggiori (come dimenticare la sfida di Puccini con Leoncavallo, che voleva mettere in scena lo stesso soggetto, o le discussioni con i librettisti, Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, e l’editore Giulio Ricordi, solo durante la sua gestazione?), per poi arrivare fino a noi con la fierezza che solo alcune forze della Natura sanno mostrare allo sguardo umano.
Tale potenza si rivela ancora più forte, a distanza di oltre un secolo dalla prima messa in scena, se a firmare la regia è un grande del cinema italiano come Ettore Scola, eccellenza nostrana scomparsa lo scorso gennaio.
L’appuntamento, ormai vicinissimo, con la Bohème, sembra quasi impossibile da dimenticare: culla dell’amore di Mimì e Rodolfo sarà il Foro Italico di Roma, il 30 maggio alle ore 21. Protagonisti due interpreti straordinari, star mondiali della lirica, che uniranno le loro voci per la prima volta, Angela Gheorghiu e Stefan Pop (al posto di Marcelo Alvarez, come precedentemente segnalato).
Ad affiancarli in scena, Silvia Colombini (Musetta), Francesco Verna (Marcello), Davide Mura (Colline), Raffaele Raffio (Schaunard), con la direzione del Maestro Alberto Veronesi, direttore musicale dell’Opera Orchestra of New York e attuale presidente della Fondazione Festival Pucciniano di Torre del LagoL’assistente alla direzione sarà Leonardo Tamburrano.
La Nova Amadeus Chamber Orchestra, fondata dal Maestro Stefano Sovrani, formata da 56 giovani professori d’orchestra, tutti italiani, accompagneranno lo strepitoso cast.
L’International Opera Choir, diretto da Gea Garatti, è formato da giovani talentuose voci europee tenute a battesimo dalla Fondazione Carla Fendi.Le scene sono di Luciano Ricceri; i costumi dello storico laboratorio Tirelli di Roma.
L’evento è organizzato da Europa Musica (direttore artistico Maestro Sergio Rendine) e fa parte del Calendario Giubilare. Partner dell’evento è il gruppo Radio Dimensione Suono (RDS).
PARTNERS DELL’EVENTO SONO IL GRUPPO KORIAN E MEDIA PARTNERS GRUPPO RDS Radio Dimensione Suono E CITYNEWS/Romatoday

Gli appassionati non si lascino scappare i Biglietti in promozione per i gruppi su TicketOne!
Se volete saperne di più seguite su Facebook la pagina Opera in Stadio e aderite all’evento per restare sempre aggiornati.
INFORMAZIONI:
 
email: info@operainstadio.it
Alessia Pizzi
Laurea in Filologia Classica con specializzazione in studi di genere a Oxford, Giornalista Pubblicista, Consulente di Digital Marketing, ma soprattutto fondatrice di CulturaMente: sito nato per passione condivisa con una squadra meravigliosa che cresce (e mi fa crescere) ogni giorno!

COMMENTA QUESTA DOSE DI CULTURA

Lascia un commento!
Inserisci il tuo nome qui